www.umbertoguerra.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Io, proprio io Comunicazione Stampa 1994 Comunicato stampa della Pro Loco di Santu Lussurgiu a seguito degli incendi del 9 e 10 agosto 1994

Comunicato stampa della Pro Loco di Santu Lussurgiu a seguito degli incendi del 9 e 10 agosto 1994

E-mail Stampa PDF

comunicato_incendio_94COMUNICATO STAMPA

Il Consiglio d'amministrazione della Pro Loco di Santu Lussurgiu si è riunito d'urgenza per discutere e deliberare in merito alla situazione originatasi a seguito degli incendi che, nei giorni 9 e 1O agosto 1994, hanno devastato una parte ingentissima del patrimonio boschivo del paese.

La dimensione di questi incendi che giungendo fino alla immediata periferia di Santu Lussurgiu hanno investito l'Intera area del Montiferru, configura un danno gravissimo ambientale, tale da richiedere l'immediata dichiarazione dello stato di calamità e tale da esigere lo studio immediato di un progetto in grado di prevenire ed arginare tragiche ripercussioni sull'economia di tutta la zona.

Le ricchezze naturalistiche del Montiferru, prima di questa catastrofe ecologica, costituivano innanzitutto il patrimonio delle risorse economiche e spirituali dei suoi abitanti e cominciavano a favorire un turismo che si stava Incentivando per la conoscenza di flora e fauna in luoghi di incomparabile bellezza, che la Pro loco riteneva essere una fonte primaria, alla quale prestare la massima attenzione, per tutelare e promuovere lo sviluppo di Santu Lussurgiu.

Sulla base di queste considerazioni e sulla riflessione di quanto già subito con gl'i incendi del 1983, il Consiglio di Amministrazione ritiene che le Istituzioni locali, ciascuna secondo le proprie competenze, debbano immediatamente avviare un progetto di recupero integrato del territorio e dell'economia che sfrutti appieno le potenzialità di questa parte della Sardegna e ridia, soprattutto, speranza e prospettive alla popolazione ed agli operatori.

Nello specifico ritiene si debba:

- Accertare le responsabilità dirette dei criminali che, con l'accensione dolosa dei fuochi, hanno procurato questa catastrofe. Accertare altresì le responsabilità Indirette di coloro che, per mezzo delle opere preventive, avrebbero dovuto arginarne i danni, come le responsabilità di coloro che, per mezzo di un'adeguata organizzazione e competenza antincendi, avrebbero potuto impedirne l'espandersi.

- Procedere all'inventario dei danni subiti, sia per quanto attiene il demanio pubblico sia per  la proprietà privata, alla loro quantificazione ed alla richiesta allo Stato dei relativi indennizzi, attraverso il riconoscimento dello stato di calamità naturale.

- Stilare ed Implementare un approfondito piano di prevenzione che coinvolga le stituzioni, ai vari livelli, e la popolazione, Tale piano dovrebbe prevedere misure logistiche (ad esempio la creazione di adeguate fasce antincendio, la pulizia obbligatoria del terreni, slano essi pubblici o privati) e misure di controllo sulla preparazione e organizzazione degli operatori addetti al servizio antincendio.

Avviare Immediatamente lo studio di un progetto avente per obiettivo il recupero e il rilancio di Santu Lussurgiu nell'ambito dell'Intero recupero del territorio del Montiferru pesantemente colpito nel suo patrimonio ambientale ed economico, con il coinvolgimento coordinato di tutti I Comuni Interessati e della XIV Comunità Montana.

In relazione a quanto sopra specificato, II Consiglio di Amministrtazione della Pro Loco, vista l'eccezionaiità e gravita della situazione, auspica che le istituzioni favoriscano la creazione di un Comitato che sìa l'espressione delle esigenze della popolazione, che abbia nel suo ambito tutte le necessarle competenze per affrontare le specifiche problematiche e dunque l'autorevolezza per supportare ed indirizzare le azioni che le Istituzione saranno chiamate ad intraprendere.

Santu Lussurgiu, 12.08.1994

IL PRESIDENTE
Prof. Umberto Guerra

 

 

Ultimo aggiornamento Sabato 23 Luglio 2011 10:34  
Banner

Login

Amici on line

No
Tot. visite contenuti : 550739

L'ASINO DELLA MARCA

3. Non bisogna disgustare mai quello
           che ti può far male, 
           né incensar troppo quello
           che può farti bene.

Laudator temporis acti

Ulti Clocks content

CONDIVIDI

  • Facebook
  • MySpace
  • Twitter
  • Yahoo

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information