www.umbertoguerra.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Il martirio di Lussorio portato in scena dai ragazzi delle medie.

E-mail Stampa PDF

u_s_14.05.1989 "L'UNIONE SARDA", 14 maggio 1989

SANTULUSSURGIU. Dopo il debutto davanti al "grande pubblico" lussurgese è toccato agli studenti dell'Istituto superiore Carta Meloni (liceo linguistico - istituto superiore per il turismo) assistere alla rappresentazione teatrale realizzata dai loro colleghi più giovani della prima e terza A della scuola media.

A tempos de Lussurzu. Sottotitolo: contu a moda de treatu in tres partes. Ovvero: la storia di San Lussorio, martirizzato a Fordongianus sotto Diocleziano intorno al 300 dopo Cristo, perché si era convertito al cristianesimo e alla causa del popolo sardo.

La storia ha rappresentato una novità per gli stessi lussurgesi nonostante il paese (Santulussurzu) porti appunto il nome di questo santo. Pochi sanno anche che l'abitato di Santulussurgiu si sviluppò agli inizi del secondo millennio proprio attorno alla chiesetta di Santa Croce, così chiamata ancora oggi, benché nel 1185 fosse rinvenuta una pergamena che indicava la consacrazione dell'altare a San Lussorio.

La rappresentazione ha portato sul palco ben quaranta studenti, che hanno preparato scenografie, costumi e ricerche storiche. Il tutto sotto la regia del professore di lettere Umberto Guerra. La firma di quest'opera, realizzata in prima assoluta dagli attori in erba, è dello scrittore lussurgese Antonio Cossu. Autore di romanzi, tra cui quello in limba Mannigos de memoria, con il quale vinse il premio letterario dell'Istituto superiore etnografico di Nuoro.

a_tempos1«La prima stesura è degli anni Cinquanta», ricorda l'autore. Ma nell'Ottanta pensò di attualizzarla dandole un taglio sardo-nazionalista, lasciando la parlata in italiano ai soldati romani e traducendo in lussurgese schietto quella del popolo sardo. Un arrangiamento che ha dato più efficacia alla rappresentazione, ma anche una difficoltà in più per la maggior parte degli studenti, abituati ormai a parlate solo in italiano.

Giuseppe Firinu

Ultimo aggiornamento Sabato 23 Luglio 2011 06:26  
Banner

Login

Amici on line

No
Tot. visite contenuti : 321094

L'ASINO DELLA MARCA

4. Un Uomo non può dirsi felice,
        se  non  allorché  si  contenta
        del proprio stato, 
        il che accade di rado.

 

Laudator temporis acti

Ulti Clocks content

CONDIVIDI

  • Facebook
  • MySpace
  • Twitter
  • Yahoo

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information