www.umbertoguerra.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Homines de Abbastu Pro Loco Anno 1999 Relazione conclusiva del 26 gennaio 1999

Relazione conclusiva del 26 gennaio 1999

E-mail Stampa PDF

1. Relazione del Presidente

L'attuale Consiglio di amministrazione della Pro Loco di Santu Lussurgiu, eletto dall'Assemblea dei Soci il 17 gennaio 1998 è giunto alla sua prima rendicontazione annuale. La riunione dello scorso dicembre, fu convocata per l'approvazione del Bilancio di previsione 1999. quella di oggi (in data diversa, come prescrive lo Statuto e la R.A.S. pretende) per l'approvazione del Conto Consuntivo 1998.

Anche il 1998 è stato un anno di lavoro intenso e di grandi responsabilità ed il Consiglio di amministrazione nella sua stragrande maggioranza è stato all'altezza delle varie situazioni che si sono venute a creare, facendo utili esperienze per il prosieguo del mandato. Per alcune delle manifestazioni organizzate dalla Pro Loco nel corso del 1998. la tensione è stata veramente alta e ha richiesto un impegno straordinario da parte di tutti coloro che vi hanno collaborato.

Il conto consuntivo che presentiamo all'Assemblea per la sua approvazione è la prova che la Pro Loco di Santu Lussurgiu gode di buona salute! Su questa base sarà possibile affrontare le sfide di fine Millennio, avviando gli interventi turistico-strutturali (ricettività, marketing, servizi, ecc.). migliorando i programmi e finalizzandoli meglio allo sviluppo turistico che l'Associazione persegue, individuando, nei settori pubblico e privato, partners motivati e affidabili per sintetizzare le migliori sinergie ed individuare con essi le linee portanti di una nuova politica turistica per il nostro paese e per il Montiferru che crei nuovi e qualificati posti di lavoro e maggiore benessere per la nostra popolazione.

Tutto ciò sarà possibile, però, solo se la prima istituzione del paese, il Comune, saprà scegliere e decidere finalmente quale dovrà essere il modello di sviluppo per il nostro paese, verso quale direzione portare la nostra Comunità alle soglie del Terzo Millennio.

Allo stato attuale si fa fatica a capire verso quale direzione Santu Lussurgiu procede. Allo stato attuale non vi è unità d'intenti; tutt'altro: confusione di ruoli, sterili rivalità, ripicche personali e gelosie non hanno consentito al nostro paese di programmare e impiegare unitariamente le risorse. Nel 1998, ad esempio, alla Pro Loco di Santu Lussurgiu è stato negato il contributo ordinario come posta fissa del bilancio comunale. Un danno enorme per l'Associazione in parte mitigato da due contributi comunali deliberati per specifiche manifestazioni che la Pro Loco ha svolto nel corso del 1998. C'è da sperare che l'attuale amministrazione comunale si renda conto dello sproposito commesso e rimedi all'errore. In ogni caso l'episodio dimostra i difficili rapporti che sono intercorsi negli ultimi anni tra Pro Loco e Comune e che. anche attraverso le mie dimissioni, spero possano migliorare.

Evidentemente la decisione di rassegnare le dimissioni non scaturisce da tali contrasti. Le mie dimissioni sono l'atto conclusivo di un impegno preso allo scadere del mandato quadriennale del precedente Consiglio di amministrazione: in quella circostanza, per evitare all'attuale Consiglio un salto nel buio (nessuno dei consiglieri aveva esperienza di Pro Loco), per senso di responsabilità, quindi, decisi di rimanere ancora un anno! Ora il tempo è scaduto e l'attuale Consiglio di amministrazione, con le opportune e necessarie integrazioni, potrà proseguire e migliorare l'opera iniziata.

Cinque anni di lavoro intenso e costante, l'unità d'intenti tra consiglieri, oltre all'amicizia e la stima reciproche, hanno consentito all'Associazione di conseguire risultati apprezzabili, tenuto conto della situazione di partenza e delle difficoltà soggettive e oggettive che nel corso del mandato si sono frapposte.

La Pro Loco, poi. è bene ricordare, è un'associazione di volontariato i cui elementi si dedicano alle attività istituzionali senza alcuna remunerazione o gettone di presenza, non solo nel tempo libero, ma spesso ritagliando - non senza sacrificio - spazi agli impegni di lavoro, familiari e personali.

Tuttavia, pur con le difficoltà e le limitazioni sopra accennate, al termine di questa mia importante esperienza, posso ritenermi pienamente soddisfatto dei risultati raggiunti, con la consapevolezza e l'avvertenza, però, che vi è ancora moltissimo da fare a livello organizzativo e strutturale perché il turismo possa costituire veramente il volano della ripresa economica, sociale e culturale delle nostre zone.

In questa prospettiva, l'impegno sin dall'inizio è stato rivolto ai seguenti obiettivi possibili per le forze di cui la Pro Loco ha disposto nel corso dell'ultimo quinquennio, e che lo Statuto associativo in gran parte, implicitamente o esplicitamente, fissa all'art.2:

1. Accrescere le disponibilità finanziarie dell'Associazione;
2. Incrementare il numero degli associati;
3. Assumere o promuovere iniziative intese a preservare e a diffondere le tradizioni culturali e folcloristiche che possano nel contempo favorire il flusso turistico verso le nostre località;
4. Acquisire tecnologie avanzate per superare i limiti geografici imposti dal territorio e favorire la conoscenza e l' informazione ed. globale;
5. Promuovere la costituzione di un Consorzio per riunire tutti coloro (enti, albergatori. esercenti, operatori economici, etc.) che hanno interesse allo sviluppo turistico della località;
6. Tutelare e migliorare il patrimonio paesaggistico, ambientale , monumentale ed artistico della località:
7. promuovere, attuare e coordinare manifestazioni ed iniziative di interesse turistico;
8. Segnalare opportunamente la località sulle maggiori arterie stradali della Sardegna

Ebbene, su tali obiettivi, i due Consigli di amministrazione da me presieduti hanno lavorato intensamente con l'aiuto e la collaborazione intelligente e responsabile di molti associati e non, ai quali va il nostro più sincero ringraziamento. E i risultati, com'è ovvio, non sono mancati: alcuni di essi pienamente raggiunti e consolidati, altri prossimi al conseguimento, per alcuni - ma credetemi le difficoltà sono state tante - sono state poste solo le basi.

Riporto una sintesi delle attività svolte nel quinquennio:

ANNO 1994

- I CICLOPEDALATA DEL MONTIFERRU

- I EDIZIONE IL GIARDINO FIORITO

- SAN LUSSORIO 1994:

- Serata Poeti sardi
- Coro di Oniferi
- Gruppo di liscio LaRomagna
- Piero Marras in concerto
- Banda Musicale della Brigata Sassari

- XXV MOTORADUNO INTERNAZIONALE "CITTÀ DI ORISTANO"

ANNO 1995

- CARNEVALE LUSSURGESE:

- Veglioni di Carnevale in collaborazione con il Motoclub Wide - Open
- Sa Carrela 'e nanti io collaborazione con il Circolo Ippico Lussuriose
- Posto ristoro in Sa carrela 'e nanti
- Carnevale dei ragazzi e zippolata

- II CICLOPEDALATA DEL MONTIFERRU 

- II EDIZIONE IL GIARDINO FIORITO

- I TREKKING RADUNO REGIONALE A CAVALLO

- XXVI MOTORADUNO INTERNAZIONALE "CITTÀ DI ORISTANO" 

- SAN LUSSORIO 1995
- Gruppo folclorìstico "Manghin Manghina" di Galliate (NO)
- Toro meccanico
- Orchestra di liscio "Clacson" con la partecipazione di Giuliano dei Notturni

ANNO 1996

CARNEVALE LUSSURGESE:

- Posto ristoro in Sa carrela 'e nanti
- Carnevale dei ragazzi e zippolata
- Collettiva di pittura

- I LABORATORIO DIDATTICO DI BALLI LUSSURGESI

- III EDIZIONE CICLOPEDALATA DEL MONTIFERRU

- III EDIZIONE IL GIARDINO FIORITO

- COLLABORAZIONE E CONTRIBUTO PIA SOCIETÀ S. LEONARDO PER RIPRISTINO PROCESSIONE CARRO A BUOI

- SAN LUSSORIO1996

- REALIZZAZIONE DI N. 6 COSTUMI TRADIZIONALI FEMMINILI DI SANTU LUSSURGIU
- Rappresentazione teatrale "Peppantiogu s'arriccu"
- Serata in piazza con animatori e ballerine brasiliane
- Serata di liscio con l'orchestra La Romagna
- Spettacolo televisivo Sardegna Canta in Piazza.
- Tazenda in concerto

- II CONVEGNO DI STUDI E PREMIO INTERNAZIONALE DI POESIA "G. CORONA"

ANNO 1997

- PROGETTAZIONE E STAMPA DI N.20.000 DEPLIANTS DEL PAESE DI SANTU LUSSURGIU

- IMMISSIONE IN RETE DEL SITO INTERNET DI SANTU LUSSURGIU

- CARNEVALE LUSSURGESE:
- Carnevale dei ragazzi con zippolata e Posto ristoro in Sa Carrela 'e nanti

- IV CICLOPEDALATA DEL MONTIFERRU

- IV EDIZIONE IL GIARDINO FIORITO

- FIERA REG.LE CAVALLO 

- CONTRIBUTO SOCIETÀ S.LEONARDO (PROCESSIONE CON CARRO A BUOI)

- FESTEGGIAMENTI DI "SAN LUSSORIO"
- Spettacolo LaPolasi scrive tutt"attaccato

- MANIFESTAZIONE SPORTIVA "SU CARRUCCEDDU

- PREMIO INTERNAZIONALE DI POESIA "G.CORONA"

- CONTRIBUTO PER ORGANIZZAZIONE E DIREZIONE IX FESTIVAL MUSICA ANTICA

ANNO 1998

- CARNEVALE LUSSURGESE 1998 Posto ristoro in Sa Carrela 'e nanti

- VI EDIZIONE CICLOPEDALATA DEL MONTIFERRU

- VI PREMIO MONTIFERRU DI TREKKING

- FESTEGGIAMENTI S. LUSSORIO 1998:

- Spettacolo di varietà "Fuochi d'artificio"
- Fausto LEALI in concerto
- Serata di lisci con l'Orchestra italiana

- FIERA REG.LE CAVALLO

- CONTRIBUTO SOCIETÀ S.LEONARDO (PROCESSIONE CON CARRO A BUOI)

Ora largo ai giovani!

Sono particolarmente contento che ad assumere la presidenza della Pro Loco sia un giovane lussurgese, Claudio Capitta, esperto di informatica, software multimediale e Internet che ha avuto modo di "farsi le ossa" - come si dice - nel settore turistico, quale guida turistica, museale, segretario della Pro Loco e attraverso la partecipazione a seminari e stages in Sardegna e nella penisola.

Sicuramente il turismo a Santu Lussurgiu e nel Montiferru sarà una prospettiva che andrà sempre più affermandosi e che, opportunamente pianifìcata e raccordata alle sinergie presenti nei settori agro-pastorale e artigianale, potrà servire per attenuare - se non a sconfiggere definitivamente - le piaghe della disoccupazione e del sottosviluppo.

E nel porre le basi per conseguire questi importanti risultati, alle soglie del Terzo Millennio molto merito lo ha avuto anche la Pro Loco di Santu Lussurgiu!

IL PRESIDENTE

UMBERTO GUERRA

Ultimo aggiornamento Martedì 19 Luglio 2011 09:31  
Banner

Login

Amici on line

No
Tot. visite contenuti : 343448

L'ASINO DELLA MARCA

4. Un Uomo non può dirsi felice,
        se  non  allorché  si  contenta
        del proprio stato, 
        il che accade di rado.

 

Laudator temporis acti

Ulti Clocks content

CONDIVIDI

  • Facebook
  • MySpace
  • Twitter
  • Yahoo

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information